Pd, un'altra ala vuole l'ingresso in giunta

Papania: "Stiamo lavorando per continuare il processo riformatore di Lombardo con un ruolo più importante". Sabato Lumia e Cracolici faranno nascere il Pd Sicilia. Ma Lupo resta contrario: non entriamo in un governo con Miccichè

PALERMO. Un altro pezzo del Pd parla apertamente di un possibile ingresso in giunta. Nino Papania, che con Francantonio Genovese guida l’area Innovazioni, non pensa a uno strappo dal partito ma anticipa che «stiamo lavorando perchè il Pd decida democraticamente di continuare il processo riformatore del governo Lombardo con un ruolo più importante». Papania ha detto anche che «questo processo può essere portato avanti da esponenti politici e non necessariamente da tecnici».
Non è quel Pd Sicilia che Beppe Lumia ha già lanciato ma la strada tracciata porta ugualmente al tavolo di Palazzo d’Orleans. Con alcune tappe di avvicinamento: sabato Lumia e Cracolici creeranno a Palermo il Pd Sicilia, l’8 luglio a Villa Igea sarà la volta di Innovazioni che in un convegno su «federalismo, partiti e politiche per il Sud» lancerà la sua proposta alla presenza di Lombardo, Miccichè e dello stesso Lumia. Nel frattempo, il 5 luglio si riunirà a Palermo la direzione regionale del partito alla presenza probabilmente di un big romano inviato da Bersani.
La corrente Innovazioni è la stessa di Salvatore Cardinale, che per primo ha iniziato a trattare con Lombardo l’ingresso in giunta. Ipotesi invece scartata ancora ieri dal segretario Giuseppe Lupo: «Non entriamo in un governo e in un’alleanza con Miccichè».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati