Fiat, Marchionne: "Avanti con noi solo chi è d'accordo"

Dopo la svolta di Pomigliano, l'amministratore delegato contro chi ostacola il piano di rilancio. A Termini Imerese sit - in in occasione della partita Italia - Slovacchia

TORINO. La Fiat va avanti alla ricerca di soluzioni che consentano di salvare lo stabilimento di Pomigliano dopo il mancato plebiscito sull'accordo. Sergio Marchionne, l'ad del Liungotto, ha lasciato Torino per volare negli Usa, e lo fa pronunciando parole amare contro chi "ostacola il piano di rilancio dell'azienda". "Si va avanti solo con chi è d'accordo con noi - dice Marchionne - perchè è impossibile trovare condivizione in altri modi". Intanto oggi a Termini Imerese è prevista una nuova protesta dei lavoratori, un sit - in in occasione della partita dei mondiali di calcio tra Italia e Slovacchia. Ulteriori approfondimenti, con ampio spazio dedicato alla vicenda Fiat, nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 24 giugno 2010

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati