Agrigento, la procura dissequestra l'ospedale

I magistrati: "Decisione presa alla luce delle nuove condizioni di sicurezza sismisca". I lucchetti erano stati messi il 28 luglio del 2009

AGRIGENTO. La Procura di Agrigento ha disposto il dissequestro dell'intero complesso ospedaliero San Giovanni Di Dio, che era sotto sequestro preventivo dal 28 luglio del 2009 "per gravi carenze strutturali". I magistrati motivano il provvedimento "alla luce delle nuove condizioni di sicurezza sismica, rivalutate alla luce del più blando criterio introdotto dal decreto ministeriale del 14 gennaio del 2008 rispetto a quello precedente che era vigente al momento della redazione del progetto del complesso ospedaliero", e con "l'attuale stato di avanzamento dei lavori di adeguamento sismico individuati alla luce dei nuovi criteri di sicurezza sismica" che, come certificato da periti, "risultano essere venute definitivamente meno le condizioni, sussistenti di applicabilità del decreto di sequestro preventivo". Il provvedimento di dissequestro delll'ospedale San Giovanni Di Dio è stato firmato dal procuratore capo di Agrigento, Roberto Di Natale, dall'aggiunto Ignazio Fonzo, e dal sostituto Antonella Pandolfi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati