Cisl, topi e pulci al Palazzo di giustizia di Catania

CATANIA. "Pulci e topi, carichi di lavoro estenuanti, demansionamento, scarso organico, demotivazione del personale". Sono solo alcuni dei "punti di criticità" del comparto giustizia etneo segnalati dalla Cisl-Fp provinciale in un dossier dal titolo "Quanto costa la Giustizia a Catania?" presentato oggi.
Il responsabile del settore giustizia del sindacato etneo, Filadelfo Battiato, ha parlato di un organico del Palazzo di Giustizia di 600 persone "ridotto negli anni e senza turn over né ricambio", e di quello della Corte d'appello "in uno stato di emergenzialità" e di "disfunzioni organizzative". Tra le carenze segnalate anche quella di igiene e di personale addetto alle pulizie. Battiato ha chiesto la creazione di un comitato "che metta insieme i rappresentanti dei sindacati, della pubblica amministrazione, cittadini e associazioni dei consumatori".   
All'incontro ha partecipato il segretario generale della Cisl Alfio Giulio. "I lavoratori del pubblico impiego - ha detto Giulio - stanno vivendo una condizione di disagio per i troppi carichi di lavoro e per i continui attacchi costretti a subire. I dipendenti non sono causa di tutti i mali. Partendo da questo vogliamo avviare un percorso di riconquista della dignità e dei diritti dei lavoratori attraverso un percorso di dialogo e propositivo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati