Sicilia, Cronaca

L'orgoglio gay in cammino per le strade di Palermo

Vestiti colorati e musica hanno fatto da cornice alla manifestazione dell'Arcigay. A guidare il corteo Vladimir Luxuria

PALERMO. Ha colorato e movimentato per un pomeriggio il centro di Palermo. È il corteo del Gay Pride, organizzato oggi dall’Arcigay di Palermo, il primo a svolgersi in Sicilia, per celebrare i trent’anni dall’apertura del primo circolo arcigay in Italia. Più di mille persone si sono radunate a piazza Magione e hanno percorso il Foro Italico, attraversato via Roma, fino ad arrivare a piazza Verdi. Tra di loro gay, lesbiche e transessuali. Ma anche gente comune che si mischiava a loro. C’erano, infatti, anche coppie eterosessuali in mezzo al corteo e genitori, che hanno portato con sé i propri figli, per assistere a questa festa. Già, una festa per rivendicare l’orgoglio omosessuale mostrando il proprio essere senza vergogna. In testa al corteo, dipinto da un arcobaleno di colori composto da vestiti stravaganti, c’era Vladimir Luxuria, che è stata madrina della manifestazione. L’ex parlamentare di Rifondazione comunista si è prestata all’abbraccio delle tante persone accorse accanto a lei per un saluto o per essere immortalati accanto a lei per una foto. A fare da cornice all’evento tanti palermitani, che hanno visto passare il corteo. Gente comune e commercianti che hanno alzato gli occhi, per osservare la festa dei ragazzi che hanno ballato sopra i dieci carri che hanno percorso le strade del centro di Palermo. Bocche aperte sbigottite, ma anche sorrisi tra la gente comune. Alcuni di loro non hanno potuto fare a meno di partecipare, cimentandosi in qualche passo di danza al passaggio dei carri.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati