Il Birmingham su Miccoli: "E' rotto, non lo abbiamo voluto"

Sicilia, Qui Palermo

PALERMO. Chi pensava che, con la conferenza stampa di giovedì di Fabrizio Miccoli, la telenovela sul destino del capitano rosanero fosse arrivata alla parola fine, si sbagliava. Miccoli resterà ancora un giocatore rosanero, ma la vicenda ha lasciato, infatti, degli strascichi velenosi e da Birmingham non le hanno mandate di certo a dire. Proprio ieri, in un’intervista al quotidiano inglese Birmingham Mail, il dirigente del club d’Oltremanica Paul Montgomery ha detto la sua verità sulla trattativa tra Birmingham e Miccoli. «Siamo stati noi a ritirare l’offerta per il giocatore. Lui sarebbe venuto, perché sapevamo che, dopo l’intervento al ginocchio, sarebbe stato pronto per agosto. Dopo ulteriori indagini, però, - ha aggiunto Montgomery – abbiamo scoperto che l’infortunio era più grave del previsto e che il giocatore non sarebbe rientrato prima di ottobre». Il dirigente inglese rincara poi la dose. «Non volevamo buttare, dunque, sei milioni per un giocatore che non sarebbe stato disponibile fin da subito», ha concluso Montgomery. Come a dire, non è stata tanto la scelta di cuore di Miccoli di rimanere alla corte di Zamparini a farlo restare a Palermo, quanto il Birmingham che si è tirato indietro di fronte alle condizioni fisiche del Romario del Salento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati