Copertura nei bagni dell'Ucciardone: colletta dei detenuti per realizzarla

Iniziativa degli ospiti della sezione sette del carcere palermitano. Fleres: "Una lettera al ministro Alfano per denunciare le carenze del penitenziario"

PALERMO. Dieci euro a testa per realizzare una copertura dei bagni negli spazi aperti dove trascorre l'ora d'aria. L'iniziativa è dei detenuti della sezione sette del carcere Ucciardone di Palermo che sono disposti a tassarsi per realizzare la piccola infrastruttura.  "La decisione è stata presa in assenza dei fondi forniti dell'amministrazione penitenziaria", afferma il senatore Salvo Fleres, (Pdl) garante dei diritti dei detenuti della Sicilia. Al parlamentare gli ospiti dell'istituto penitenziario hanno consegnato una lettera sulle condizioni di vita all'interno dell'Ucciardone.      
"La lettera - dice Fleres - è stata già trasmessa al ministro della Giustizia poiché molti dei quesiti posti dai detenuti sono rivolti proprio a lui".  Nella missiva i "detenuti denunciano sovraffollamento, carenze igieniche e di personale medico. "I reclusi - prosegue Fleres - chiedono espressamente che fine abbia fatto il piano carceri e, soprattutto, che fine fanno i soldi che dovrebbero essere destinati all'Amministrazione penitenziaria. Se non arriveranno le risposte e soprattutto se non si provvederà con interventi concreti, i detenuti inizieranno uno sciopero pacifico ad oltranza". Gli ospiti dell'Ucciardone invitano il ministro Angelino Alfano a visitare il carcere "per constatarne le condizioni".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati