Blitz antidroga, l’ex segretaria di Cintola: è vero gli procuravo la cocaina

Sabrina Di Blasi, arrestata nell’operazione di mercoledì, è stata sentita dal giudice: la compravo anche per me ma in piccole quantità

PALERMO. Sabrina Di Blasi, ex segretaria del deputato regionale dell’Udc, Salvatore Cintola, ammette: compravo la cocaina per me, che ne facevo un modesto uso, e per l’onorevole Cintola.
La Di Blasi è stata interrogata ieri, per pochi minuti, dal gip Piergiorgio Morosini, la donna non ha potuto fare altro che ammettere la situazione, tra l’altro le conversazioni tra lei e il pusher erano state oggetto di intercettazioni.
L’inchiesta, che mercoledì ha portato all’arresto di 27 persone, vede coinvolto anche il deputato che però non risulta indagato anche se è stato immediatamente sospeso dal partito dal segretario nazionale dell’Udc, Lorenzo Cesa. Una decisione al quale lo stesso Cintola si è opposto, parlano di “un complotto ben studiato nei miei confronti”.
Altri dettagli sul Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati