Mafia, affari anche sulle case all'asta

La cosca di San Lorenzo ha speso appena 200.000 euro per una splendida residenza dell'Addaura con piscina. In un colloquio il modo per pilotare le vendite di ville e appartamenti

PALERMO. Per acquistare una bellissima villa all'Addaura (240 metri quadrati con tanto di piscina e giardino), gli uomini delle cosche spesero appena duecentomila euro. Meno di mille al metro quadrato per uno dei posti più belli ed esclusivi di Palermo, nemmeno fosse un casolare diroccato sul pizzo di una montagna. E non era di certo l'unico affare. Le mani di Cosa Nostra erano anche sulle aste giudiziarie di ville e di case. Una talpa aiutava i boss, svelando in anticipo il tutto. Toccava poi alla mafia "scoraggiare" gli eventuale concorrenti. Ulteriori approfondimenti nell'edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 16 giugno 2010

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati