Faraone: "Palermo tra i rifiuti e il sindaco è in Sudafrica"

Il consigliere comunale del Pd: "Cammarata è partito per seguire i Mondiali di Calcio mentre la città affonda tra i problemi finanziari"

PALERMO. "Domani la giunta di Palermo si riunirà per cercare di riequilibrare il bilancio dopo avere preso atto che mancano quasi 100 milioni di euro per via dei tagli del governo Berlusconi. Ma il sindaco Diego Cammarata (Pdl) non ci sarà: è in Sudafrica per seguire i Mondiali di calcio, è lì a divertirsi, a godersi le partire mentre Palermo affonda nella crisi finanziaria e nei rifiuti". A criticare il sindaco di Palermo è il consigliere comunale e deputato regionale del Pd, Davide Faraone.    
"Proprio oggi a Palermo sono arrivate cinque navi da crociera con migliaia di turisti, ma la città è sporca, nelle strade ci sono cumuli di rifiuti e persino fontane e monumenti sono pieni di immondizia - aggiunge Faraone - ma il sindaco non c'é, è in Sudafrica per i Mondiali. Stasera il consiglio comunale di riunirà per proseguire l'esame della proposta di delibera sulla tarsu (tassa rifiuti) che la maggioranza di centrodestra ha deciso di aumentare dell'83%, facendo pagare ai cittadini gli sprechi della gestione dell'Amia, l'azienda per la raccolta dei rifiuti, ma il sindaco non ci sarà, è in Sudafrica".
L’ufficio stampa del sindaco di Palermo comunica che "l’assenza del primo cittadino è attribuibile ad impegni di carattere privato e personale e in nulla riferibile all’attività istituzionale, amministrativa e comunque pubblica. Il viaggio che lo sta impegnando, viene ancora precisato, è stato interamente ed esclusivamente pagato dal sindaco Cammarata e non è in alcuna misura a carico di sponsor privati, come riferito da alcuni organi di stampa".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati