Agrigento, sassi contro l'auto del presidente D'Orsi

E' l'ennesimo atto intimidatorio ai danni del politico. Distrutti i vetri della sua utilitaria, una Fiat Punto. Nei mesi scorsi anche telefonate e lettere minatorie

AGRIGENTO. Ancora un atto intimidatorio ai danni del presidente della Provincia di Agrigento, Eugenio D’Orsi. Ad essere stata presa di mira, questa volta, la sua auto: intorno alle 20.30 di sabato, infatti, dei sassi sono stati lanciati contro l’utilitaria, una Fiat Punto, facendone andare in frantumi i vetri dei finestrini. L’episodio è soltanto l’ultimo di una lunga serie neri confronti di D’Orsi, non nuovo a queste intimidazioni. Nel corso degli ultimi mesi, infatti, diversi raid vandalici sono stati messi a segno negli istituti scolastici guidati dalla moglie, ma anche telefonate e lettere minatorie gli sono state fatte recapitare. Alla base di tutto ci potrebbe essere l’impegno del presidente della Provincia per la realizzazione di uno scalo aeroportuale nell’Agrigentino. Maggiori dettagli si possono leggere nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 14 giugno 2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati