Rifiuti, Cammarata: "La soluzione? Variare il progetto della quinta vasca"

Lo ha detto il sindaco di Palermo sottolineando la necessità di "fare funzionare l'impianto fino alla fine del 2011"

PALERMO. "L'unica soluzione a breve termine che si profila per evitare il collasso della discarica di Bellolampo è una variante progettuale sulla quinta vasca che sia in grado di fare funzionare l'impianto fino alla fine del 2011". Lo ha detto il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, a margine della conferenza stampa della commissione Ambiente del Senato in prefettura. La commissione infatti ha affrontato in questi giorni anche la tematica dei rifiuti. "Abbiamo discusso con il prefetto - ha detto il presidente della commissione Antonio D'Alì -. Sappiamo quali sono le condizioni di precarietà. Speriamo che la Regione affronti strutturalmente l'argomento entro i dieci mesi che rimangono prima del collasso". Molto più critico il senatore del Pd Francesco Ferrante. "Credo - ha detto - che le responsabilità siano chiare. C'e la forte colpevolezza del governo comunale". Pronta la risposta di Cammarata che ha respinto le accuse. "Il Comune in questo momento non ha nessuna influenza diretta o indiretta su quello che succede a Bellolampo o all'Amia, che è commissariata - ha spiegato - Per quanto riguarda il passato, ho sempre fatto presente che c'erano cose che non andavano, cercando di dare impulso a nuove soluzioni, che finora non sono state realizzate per vari motivi. Il problema in Sicilia, comunque, non riguarda solo Palermo, che anzi mi sembra la città che meglio può rispondere all'emergenza". Intanto, la prossima settimana, come ha annunciato il sindaco, partirà il terzo step del piano di raccolta differenziata che coprirà l'area da via Sciuti a via Giusti  e coinvolgerà altre 15 mila persone. "Finora i risultati sono ottimi - ha detto il sindaco - Questa è sicuramente una delle soluzioni per risolvere il problema rifiuti a Palermo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati