Gli effetti della manovra su Trapani, tagli alla spesa del 12,7%

L'impatto delle nuove norme calcolato dall'Istituto per la finanza e l'economia locale. Preoccupato il sindaco Fazio

TRAPANI. Per rispettare il patto di stabilità nel 2011, il Comune di Trapani dovrà effettuare un taglio della spesa del 12,7 per cento. Nella classifica nazionale dei capoluoghi che subiranno le ricadute economiche peggiori dalla manovra aggiuntiva del governo Berlusconi, calcolata dall'Istituto per la finanza e l'economia locale, l'amministrazione guidata dal sindaco Girolamo Fazio è al nono posto. Proprio il primo cittadino si mostra preoccupato per gli effetti della manovra: "Così si pregiudicherebbero i servizi".
Maggiori dettagli sull'edizione di Trapani del Giornale di Sicilia in edicola oggi (10 giugno 2010).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati