Sicilia, Cultura

Dove il visitatore si fa artista

A Modica, fino al 12 giugno, “Die Vergänglichkeit and the battered shed” di Nick Jeffrey, giovane artista tedesco, che con Adelita Husni-Bey, nella galleria d’arte contemporanea Laveronica, elabora performance e momenti di scambio tra culture e arti

PALERMO. A Modica prende forma un laboratorio di creatività contemporanea, protagonista Nick Jeffrey, giovane ma affermato artista tedesco, che con Adelita Husni-Bey, all’interno degli spazi della galleria d’arte contemporanea Laveronica, elabora performance e momenti di scambio tra culture e arti. Die Vergänglichkeit and the battered shed  si interroga e ci interroga, come il titolo preannuncia, su una serie di temi quali fugacità, labilità, caducità.
Interessante l’idea che una galleria possa essere uno “studio, una zona d’ombra, un rifugio, un nodo di scambio, un cinema”.
Die Vergänglichkeit and the battered shed, è un evento-performance e Jeffrey è il nocchiero dei fruitori in uno spazio fisico e tematico indefinito, dove ciascuno può essere attore, parte creativa e forse, perché no, anche un po’ artista.
Fino al 12 giugno ogni giorno sarà strutturato secondo una dinamica sensibile alla creatività; occasione atipica per sperimentare le molteplici e talora impervie vie che la contemporaneità apre. Attraverso la vista, l’immagine, le suggestioni cromatiche, attraverso il suono, il cibo e soprattutto il “contesto”.
Carichi di significati i piccoli “impromptu”: screening, cene libere, camminate, giochi surrealisti. Esperienze multisensoriali, che avvicinano al difficile linguaggio dell’arte contemporanea, che restituiscono il senso collettivo del fare arte, in un contenitore espositivo aperto di giorno e di notte.
Galleria che diventa casa degli artisti, dove è persino possibile barattare oggetti con loro. E forse anche barattare idee, stimoli e un senso nuovo di leggere la contemporaneità.

CALENDARIO EVENTI
9 giugno, ore 21: cena sociale: Amour Fou  
Cena per dieci persone. Un piatto di pasta al sugo, pane, vino. Invito aperto ai passanti. Si distribuiranno flyer per la città nei giorni precedenti, invitando a cena degli sconosciuti.
A seguire giochi surrealisti ispirati ad André Breton. E’ richiesta la conferma di partecipazione.

12 giugno, ore 19: Opening: Abandonment in the car head flux
Performance sonora di Nick Jeffrey basata sui cut-up di William Burroughs e di Brion Gysin. Serata conclusiva e vernissage.
Durante le giornate gli artisti lavoreranno in galleria producendo flyer per gli impromptu e costruendo con materiali di scarto raccolti o prodotti durante gli eventi.
Gli eventi sono aperti al pubblico.

INFOBOX
Die Vergänglichkeit and the battered shed

Nicholas Jeffrey
con la partecipazione di Adelita Husni-Bey

LAVERONICA ARTE CONTEMPORANEA
via Grimaldi 55 – Modica (RG)
gallerialaveronica@gmail.com
cell. 3392429308

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati