Vieri: "L'Italia può rivincere"

L'ex attaccante della Nazionale: "Si può ripetere l'impresa del 2006. E' il gruppo che vince non i singoli e Lippi è l'ideale"

MILANO. "Quest'anno si può ripetere l'impresa del 2006". Christian Vieri, a Milano per un incontro alla Gazzetta dello Sport, si è mostrato ottimista sul cammino degli azzurri in Sud Africa: "Manca un po' di brillantezza, anche se le amichevoli non sono andate bene non bisogna essere negativi".    
Secondo Vieri è sbagliato concentrarsi sulla presenza o meno di singoli giocatori: "E' il gruppo che vince - ha detto - ed é il gruppo che può fare bene. Una persona da sola non può fare niente. D'altronde è un gioco di squadra". Dice lapalissiano.    
L'attuale ct Lippi, secondo Vieri, può fare la differenza: "Lui è uno che crede nel gruppo, d'altronde ha vinto tutto quello che c'era da vincere. Nessuno meglio di lui può sapere come vanno certe cose". Vieri ha avuto buone impressioni dagli attaccanti: "Li vedo bene, ci sono giocatori che hanno fatto tanti gol. Sono un po' imballati ma sono abituati alla pressioni. L'Italia è difficile da battere. Il Mondiale è un torneo breve in cui non puoi sbagliare, a differenza del campionato".    
Infine, Vieri ha raccontato il momento più bello e quello più brutto vissuti in azzurro: "Il più bello è stato quando ho segnato il mio primo gol, il più brutto è stato la rete fallita contro la Corea nel 2002. Poteva cambiare la storia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati