Oculista morto a Palermo, interrogato il figlio di sei anni

Accompagnato dalla madre e da una psicologa, il piccolo ha avuto un colloquio col pm durante il quale avrebbe fatto dei disegni senza dare un contributo particolare alle indagini

PALERMO. E' stato interrogato dal pm Marco Verzera il bambino di 6 anni, figlio dell'oculista palermitano Giovanni Cascio, trovato morto, col cranio fracassato, dopo essere precipitato dalla scale della sua abitazione.    
Il figlio del professionista è stato accompagnato dalla madre che non ha assistito al colloquio con il magistrato. All'interrogatorio ha partecipato una psicologa.    
Secondo indiscrezioni, il bambino avrebbe fatto dei disegni, un metodo scelto dalla consulente per favorire i suoi ricordi, ma nessun contributo all'indagine sarebbe giunto dagli schizzi. In particolare il figlio dell'oculista avrebbe ritratto la casa in cui il padre è morto.    
Un'esperienza molto traumatica quella vissuta dal bambino che, insieme alla madre ha trovato, domenica mattina, il professionista a terra in un lago di sangue.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati