Mafia a Enna, rimane in carcere Stella

CALTANISSETTA. Rimane in carcere Giuseppe Stella, 45 anni, accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso e arrestato lo scorso 18 maggio nell'ambito dell'operazione contro Cosa nostra ennese Game over. Il tribunale per il riesame di Caltanissetta ha rigettato il ricorso con il quale il difensore aveva impugnato l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip. Per domani è attesa anche la decisione del Riesame sui ricorsi presentati dai difensori degli altri indagati: l'imprenditore ennese Angelo Gloria, Salvatore Stella, fratello di Giuseppe, Jerry La Malfa, Pietro Stella e Ivano Di Marco. La Dda di Caltanissetta che ha coordinato le indagini condotte dalla Squadra mobile di Enna contesta a Gloria, La Malfa, dipendente regionale titolare di un agriturismo e ai fratelli Salvatore e Pietro Stella il concorso esterno in associazione mafiosa; a Giuseppe Stella e Di Marco è contestata l'accusa di far parte della famiglia, capeggiata dal presunto boss Salvatore Seminara e di svolgere per suo conto attività illecite.    
Secondo le accuse sarebbero stati prima Stella e poi Di Marco a gestire la bisca clandestina che si trovava nell'agriturismo di La Malfa, circostanza che ha portato all'accusa di partecipazione attiva e diretta a Cosa nostra.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati