Fisco, indagato il presidente del Catania

Il nome di Pulvirenti figura nell'inchiesta coordinata dal pm di Milano, Carlo Nocerino, insieme a quelli dei patron delle altre società di calcio controllate dalla guardia di finanza

MILANO. Sono finiti sotto inchiesta i presidenti di Catania, Udinese, Ascoli, Empoli e Cesena, le cinque società di calcio -di serie A le prime due e di serie B le altre tre- perquisite questa mattina dalla Guardia di Finanza nell'ambito di un'indagine coordinata dal pm di Milano Carlo Nocerino, con al centro una maxi evasione fiscale internazionale da 150 milioni di euro.    
Da quanto si è appreso, gli indagati per reati fiscali sono Tonino Pulvirenti (Catania), Franco Soldati (Udinese), Roberto Benigni (Ascoli), Fabrizio Corsi (Empoli) e Igor Campedelli (Cesena). Queste ultime tre società erano state 'visitate' dalla Gdf una prima volta tempo fa.     
Nel nuovo filone di inchiesta gli indagati sono in tutto 307 e sono i rappresentanti legali che hanno ricoperto tale incarico nel 2009.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati