Sicilia, Politica

Dallo Stato cento milioni per la Sicilia

Serviranno per riqualificare il territorio e favorire l'occupazione. Ottanta saranno utilizzabili a breve

PALERMO. La Sicilia avrà a disposizione per riqualificare il territorio e favorire l'occupazione oltre 100 milioni di euro, di cui 80 milioni utilizzabili a breve. E' quanto è stato stabilito a Roma in una riunione tra l'assessore regionale alle Infrastrutture e alla mobilità, Luigi Gentile, il sottosegretario Mario Mantovani e il direttore generale Marcello Arredi del ministero.    
Nell'ambito dei "Contratti di Quartiere 2" sono stati assegnati ai comuni di Raddusa e Castelvetrano, rispettivamente 3 milioni e 5 milioni e 685 mila euro, di cui la Regione si farà carico per il 35%. A queste risorse vanno aggiunti altri contributi provenienti dai comuni beneficiari e da privati, per un investimento complessivo di circa 20 milioni di euro per ciascun contratto. Firmato anche l'accordo sugli interventi riferiti al "Programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile", frutto dei progetti presentati dai 46 comuni siciliani e dell'approvazione della relativa graduatoria.    
"La Sicilia - dice Gentile - è la prima regione d'Italia a firmare tale accordo e a ottenere il finanziamento grazie ai progetti presentati dai comuni di Palazzolo Acreide, Fiumedinisi, Malvagna, Partanna, Erice, Palermo, Acicatena, Alcamo ed Agrigento, per 26 milioni e 738 mila euro. Anche questo contributo sarà implementato con i fondi aggiunti dagli stessi comuni interessati e dei privati che partecipano ai programmi, pari a circa 13 milioni di euro, per un totale generale di circa 40 milioni.    
E' stato esaminato anche il "Contratto di quartiere 2" del Comune di Palma di Montechiaro, per il quale è in corso l'istruttoria. Lo stesso contratto è ammesso a finanziamento per 5 milioni e 200 mila euro. Il sottosegretario Mantovani ha inoltre presentato le linee guida del Piano nazionale dell'edilizia abitativa. Alla Sicilia sono state assegnati 27 milioni ed 800 mila euro. Gli aiuti saranno messi a bando quanto prima dall'assessorato regionale alle Infrastrutture.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati