Sicilia, un milione a rischio di patologie renali

Questo il dato emerso durante il convegno "Malattia renale cronica" che si è svolta all'assessorato regionale alla Salute di Palermo

PALERMO. L'insufficienza renale cronica costa al servizio sanitario della Regione Siciliana circa 260 milioni di euro che potrebbero diventare, senza una tempestiva presa in carico del paziente nefropatico con la somministrazione di terapie appropriate, 370 milioni di euro. Questi sono alcuni dei dati che sono emersi oggi durante il convegno "Malattia renale cronica" che si è svolta all'assessorato regionale alla Salute di Palermo. In Sicilia sono circa un milione i cittadini a rischio di malattia renale cronica. "La patologia, in costante aumento - dice Giorgio Battaglia, consigliere nazionale della Società italiana di Nefrologia - ha un indice di mortalità non indifferente, conduce alla dialisi e al possibile trapianto di rene, lunghe liste d'attesa permettendo. E si registrano costi elevatissimi per la Sanità soprattutto in Sicilia".   Per frenare l'avanzare della malattia, "basilare è la prevenzione - aggiunge - ma in Sicilia non esistono screening regionalmente organizzati, un problema di non poco conto. Attuare una buona prevenzione, infatti, significa rafforzare le strutture oggi esistenti di nefrologia, dialisi e trapianto e integrare la rete specialistica con la medicina generale e il territorio"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati