Formazione, da mercoledì protesta dei lavoratori

Parte mercoledì prossimo e terminerà il 30 giugno la mobilitazione regionale degli operatori della formazione professionale.  "E' grave - dice la Cisl - che la Regione non abbia dato attuazione all'accordo del settembre scorso e alle linee-guida per il riordino strutturale, che avrebbero consentito di razionalizzare la spesa e riqualificare il settore". Per questo, affermano Maurizio Bernava e Franco Lo Greco, segretario generale e responsabile regionale del settore, "chiediamo qualità, stabilità, un uso etico e socialmente corretto delle risorse nel segno della lotta agli sprechi, e lo stop all'allargamento scriteriato della platea degli enti".  Dopodomani lo sciopero regionale proclamato da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal, si svolgerà con una manifestazione a Palermo da dove arriveranno i lavoratori siciliani. Il concentramento è previsto alle 10 in piazza Giovanni Paolo II da dove partiranno due file di manifestanti che riunendosi formeranno una lunga catena umana che metterà in collegamento i due assessorati regionali competenti: quello del Lavoro (in via Trinacria) e l'altro, all'Istruzione e formazione (in via Ausonia).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati