Precari, Lombardo a Letta: "Proroga del patto di stabilità"

Il presidente della Regione ha incontrato il sottosegretario, che "si è impegnato ad affrontare e risolvere il problema negli enti locali"

PALERMO. "Il sottosegretario Gianni Letta si è impegnato ad affrontare e risolvere il problema dei precari che lavorano negli enti locali in Sicilia". Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, durante una riunione a Palermo con una delegazione sindacale, convocata al rientro dal suo viaggio a Roma, dove ha incontrato Gianni Letta. Lombardo ha aggiunto di avere chiesto al sottosegretario la deroga al patto di stabilità per consentire a comuni e Province di rinnovare i contratti in scadenza di circa 22.500 precari.  Oggi circa 10 mila precari hanno manifestato a Palermo per iniziativa di Cgil, Cisl e Uil e Ugl. Lombardo, tornerà martedì prossimo nella capitale. Al sottosegretario Letta, il governatore ha chiesto anche la modifica della manovra correttiva del governo "perché non sia applicata ai precari degli enti locali siciliani la norma che fissa un limite del 50% ai contratti che comuni e province possono rinnovare". Letta ha spiegato che la settimana prossima comincerà l'esame della manovra correttiva in parlamento, nel corso della quale occorrerà inserire la questione della deroga per i precari. Per questo, Lombardo solleciterà con una lettera i sindaci, i deputati e i senatori siciliani per creare un fronte comune. "Ho già predisposto la lettera - dice Lombardo - Noi siamo pronti anche a predisporre il testo di un emendamento da presentare alla manovra. Il governo gioca tutto se stesso per la stabilizzazione di questi precari, così come fatto per quelli impegnati negli uffici dell'amministrazione regionale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati