Palermo, Flc Cgil occupa l'ufficio scolastico regionale

PALERMO. Una decina di sindacalisti della Flc Cgil hanno occupato stamane l'ufficio scolastico regionale in via Fattori a Palermo. La decisione è stata presa al termine di un incontro col direttore scolastico regionale, Guido Di Stefano, dagli esiti giudicati "insoddisfacenti". Al centro della riunione e della successiva azione di protesta c'erano "i tagli nella scuola pubblica, - affermano i sindacalisti - che avranno ricadute pesantissime in Sicilia, regione che già sconta una situazione di partenza di svantaggio, basti pensare alla quasi inesistenza del tempo pieno". "Dei 2.000 docenti sovrannumerari nella scuola elementare - dice Giusto Scozzaro, segretario generale della Flc Cgil siciliana - 800 sono in Sicilia, è questo è solo un esempio della scure che cadrà sulla scuola pubblica  e sui precari che non potranno avere più incarichi per supplenze". Per la Flc Cgil si rischia un vero e proprio "smantellamento della scuola pubblica e la negazione del diritto allo studio e al futuro a migliaia di giovani". Infatti "agli oltre 7200 tagli agli organici dello scorso anno, che hanno reso difficile il funzionamento delle scuole e ridotto l'offerta formativa - sottolinea Scozzaro - si aggiungono altri 5100 tagli di personale docente e ata che metteranno definitivamente in ginocchio le scuole e le attività didattiche".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati