Mafia, sequestrati beni per 150 milioni a Palermo

Nel corso di un'operazione della guardia di finanza sono stati colpiti gli esponenti dei mandamenti di Brancaccio e Porta Nuova

PALERMO. Beni per un valore complessivo di oltre 150 milioni di euro, riconducibili ad esponenti mafiosi dei mandamenti di Brancaccio e Porta Nuova, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Palermo. Si tratta di centinaia di immobili, conti correnti e quote societarie che sarebbero il frutto di attività illecite e di riciclaggio. Le persone colpite dal provvedimento patrimoniale appartengono alle nuove leve di Cosa Nostra. I dettagli della complessa operazione antimafia, denominata in codice "Tifone", saranno illustrati alle 10.30 dagli inquirenti  presso la Palazzina M del Tribunale di Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati