Sicilia, dalla Regione 36 milioni per gli asili nido

Destinati per la realizzazione di nuove strutture o per il potenziamento di quelle già esistenti. Il decreto dell'assessorato alla Famiglia e alle Politiche sociali approva il piano con le graduatorie

PALERMO. Via libera dalla Regione a contributi per quasi 36 milioni di euro destinati alla realizzazione o al potenziamento di asili nido. Un decreto a firma di Maria Letizia Di Liberti, dirigente generale dell'assessorato della Famiglia e delle Politiche sociali guidato da Lino Leanza, approva il relativo piano con le graduatorie.  
Entrambe consultabili sulla Gazzetta ufficiale regionale pubblicata ieri, dividono la somma disponibile in due tipologie di interventi: 3 milioni e 58 mila euro serviranno a finanziare i lavori, le forniture e lo start-up del primo anno di gestione degli asili nido e dei micro-nido aziendali nei luoghi di lavoro, mentre i restanti 32 milioni e 800 mila euro sono destinati alla realizzazione o al potenziamento degli asili nido e micro- nido comunali. La tipologia di interventi previsti è varia: costruzione, ristrutturazione, adeguamento e manutenzione straordinaria. Il totale dei contributi erogati dalla Regione, appunto, è di 35 milioni e 858 mila euro.  
Ma non è finita qui: nel decreto a firma della Di Liberti, infatti, è espressamente sottolineato che questa somma (relativa al biennio 2007-2008) sarà successivamente integrata da altre risorse finanziarie, vale a dire 10 milioni e 612 mila euro per il 2009 ed altre aggiuntive provenienti dai Fas: una seconda tranche di finanziamento, questa annunciata, che servirà per garantire la copertura economica anche delle spese di gestione per la biennalità successiva a quella dello start-up degli asili nido.  
Finora sono state ammesse 88 istanze: in particolare 66 sono relative alla realizzazione o al potenziamento degli asili nido e micro- nido comunali (che usufruiscono in totale di 32 milioni e 800 mila euro), mentre le restanti 12 sono riferite a progetti di asili nido e dei micro- nido aziendali nei luoghi di lavoro. L'iter era partito nel novembre del 2008, quando fu approvato il decreto che dava il via ai due avvisi pubblici. Dopo alcuni passaggi burocratici ora, appunto, è giunto il momento della pubblicazione delle graduatorie nella Gazzetta ufficiale regionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati