Sonniferi agli anziani per rapinarli: tre condanne confermate

La Corte d'appello di Caltanissetta ribadisce la sentenza del tribunale neo confronti di Caroline Lo Bue, Ornella Cosenza e Alfonso Buttiglieri

CALTANISSETTA. Nessuna riforma della sentenza di primo grado per tre imputati riconosciuti ancora colpevoli di avere narcotizzato alcuni anziani che, cadendo nel sonno profondo, venivano derubati di soldi e gioielli. La Corte d'appello ha quindi confermato la sentenza del tribunale nei confronti della serradifalchese Caroline Lo Bue, di 44 anni, della nissena Ornella Cosenza, di 40 anni, e del sancataldese Alfonso Buttiglieri, di 30 anni, finiti sotto processo a vario titolo per rapina aggravata, violazione di domicilio e furto.    
E' di 6 anni di reclusione e 2 mila euro di multa la pena confermata a Lo Bue, così come per Cosenza resta immutata la condanna a 5 anni e 1.500 euro da pagare. Per Buttiglieri i giudici hanno irrogato nuovamente 3 anni di reclusione e 600 euro di multa. La Corte ha stabilito anche che i tre imputati risarciscano le due vittime, i nisseni Michele F. e Michele S. entrambi di 75 anni anche se l'entità del danno dovrà quantificarla il giudice civile.    
Secondo le indagini, oltre ai due anziani narcotizzati con gocce di Valium e Fenorbital, c'era anche un rumeno di 35 anni che non si è costituito in giudizio. Con la scusa di sorseggiare il caffé in casa delle vittime con cui erano in confidenza, le due donne - e in un'occasione con la complicità di Buttiglieri - avrebbero versato i sonniferi nelle tazzine fino a stordirli. Con facilità, a quel punto, agli anziani venivano tolti denaro e preziosi che avevano addosso o custodivano nelle loro abitazioni.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati