Palermo, autista rubava carburante dal bus insieme al figlio: arrestati

Natale Meli, 58 anni, e Mariano, 30, sono finiti in manette con l'accusa di aver sottrato dai mezzi dell'azienda Ast migliaia di litri di gasolio

PALERMO. Rubava insieme al figlio il carburante dall’autobus che guidava per poi rivederlo. Una pratica, secondo i carabinieri, usata tante volte, con migliaia di litri di gasolio volatilizzate nel nulla. Con questa accusa un autista dell'Ast (Azienda siciliana trasporti), Natale Meli, 58 anni,  e' stato arrestato assieme al figlio Mariano, 30, dopo una denuncia dell'impresa, che aveva notato come solo alcuni autobus, erano oggetto delle attenzioni dei ladri, cioè quelli impegnati nella tratta Palermo-Ventimiglia di Sicilia-Ciminna-Baucina, rivolgendosi così alle forze dell’ordine. Carabinieri in borghese hanno seguito i mezzi di questa linea fino a che in via Padre Puglisi, nel quartiere di Brancaccio hanno colto sul fatto sia il conducente che il figlio. Secondo quanto ricostruito, l’autista, quando non erano rimasti piu' passeggeri a bordo, deviando dall'itinerario, si era fermato in una isolata, per poi essere raggiunto dal figlio. I due poi, usando alcune grosse taniche e una pompa elettrica di costruzione artigianale che erano nascosti sul bus, hanno prelevato dal serbatoio 200 litri di carburante. Al momento dell'intervento dei carabinieri, Natale Meli stava  manomettendo il contachilometri per aumentare il chilometraggio in modo da giustificare l'ammanco di gasolio, a un eventuale controllo, con un consumo fittizio consumo, l'ammanco di gasolio. Il carburane rubato, secondo i carabinieri, veniva rivenduto a terzi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati