Palermo, gli estortori fermati non rispondono a gip

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i quattro presunti esponenti del clan di Resuttana, accusati di associazione mafiosa ed estorsione

PALERMO. Si sono avvalsi tutti della facoltà di non rispondere i 4 presunti esponenti del clan mafioso palermitano di Resuttana, fermati dai carabinieri, con le accuse di associazione mafiosa ed estorsione, martedì scorso. I 4 sono stati interrogati dal gip Maria Pino nel corso dell'udienza in cui doveva essere decisa l'eventuale convalida del fermo. Il giudice si è riservato la decisone sulla convalida e si pronuncerà probabilmente nel pomeriggio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati