Anziana colpita alla testa: badante arrestata

E' successo a Cattolica Eraclea, nell'Agrigentino. In manette è finita Santa Mulone. L'aggressione sarebbe stata messa in atto per una rapina da 30 mila euro

CATTOLICA ERACLEA. Avrebbe colpito violentemente, con corpo contundente, alla testa l'anziana di 85 anni, con la quale lavorava come badante, per rapinarla, denunciano che la donna fosse invece caduta accidentalmente per terra. E' l'accusa contestata a Santa Mulone, di 59 anni, che è stata arrestata da carabinieri  per rapina e lesioni personali aggravate in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Gip di Agrigento, Luisa Turco.    
Secondo l'accusa, il 20 marzo scorso, la badante avrebbe rubato i 30 mila euro che l'anziana, per la quale lavorava, aveva prelevato pochi giorni dall'ufficio postale di Cattolica Eraclea. Il contante era nascosto all'interno del vano doccia dell'abitazione della pensionata, ma la donna teneva sempre con sé la chiave della stanza, che accudiva in un borsello che 'indossava' sempre. Per questo, secondo la ricostruzione della Procura di Agrigento, Santa Mulone avrebbe colpito alla testa l'85nne: per entrare in possesso della chiave, rubare i soldi e simulare la caduta dell'anziana, nella speranza che non ricordasse l'accaduto. Ma la prima ad accusare l'indagata è stata proprio la vittima.    
Le indagini eseguite da carabinieri della compagnia di Agrigento, coordinati dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto Luca Sciarretta, hanno permesso agli investigatori di trovare altri elementi  che hanno portato all'arresto dell'indagata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati