Violenta nipotine e le filma: fermato a Catania

Bloccato dalla polizia postale un operaio di 52 anni. Avrebbe ripreso con il cellulare gli abusi commessi sulle ragazzine compresa tra i 10 e i 12 anni

CATANIA. La figlia e il genero gli lasciavano le loro tre figlie, di età compresa tra 10 e 12 anni, e lui le avrebbe violentate riprendendo gli abusi con il proprio telefonino. E' l'accusa contestata a un operaio di 52 anni fermato dalla polizia postale di Catania su disposizione della locale Procura della Repubblica per violenza sessuale su minorenni e produzione di materiale pedopornografico.    
A tradire l'uomo un ritrovamento casuale: lo smarrimento della memory card del suo telefonino. La figlia la trova per terra la visiona e, impressionato dal suo contenuto, la porta alla polizia postale della Sicilia orientale che avvia le indagini. Nelle riprese l'uomo non si riconosce subito, perché il suo volto non è mai inquadrato, ma sono identificate le tre vittime e poi lo è anche lui, il presunto 'carnefice'.     
Le ragazzine sono state interrogate dal procuratore aggiunto di Catania, Marisa Scavo, e dal sostituto procuratore Antonella Barrera, alla presenza di una neuropsichiatra infantile, e hanno confermato le violenze subite. I magistrati hanno disposto il fermo dell'uomo, eseguito dalla polizia postale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati