Doping amministrativo, ricorso dei rosa

Zamparini e Foschi si rivolgono all'Alta Corte di Giustizia presso il Coni contro la proroga delle indagini. Le presunte irregolarità risalirebbero al 2002 e al 2003

PALERMO. Maurizio Zamparini e Rino Foschi hanno presentato ricorso all'Alta Corte di Giustizia che opera presso il Coni, contro la proroga alle indagini della procura federale sul doping amministrativo. L'Alta Corte di Giustizia dovrà pronunciarsi il 27 maggio prossimo.
Il presidente, che è anche consigliere federale per la Lega Professionisti, e l'ex direttore sportivo del Palermo, sono stati deferiti dalla procura della Federcalcio alla Disciplinare per presunte irregolarità contabili che risalirebbero agli anni 2002 e 2003. Le infrazioni sono comunque a rischio prescrizione.    
I ricorrenti chiedono all'Alta Corte di "accertare il difetto dei presupposti per la concessione del provvedimento di proroga delle indagini, per l'inutile decorso del termine ex articolo 32.11 del Codice di giustizia sportiva della Figc", ma anche per "l'insussistenza dei motivi di eccezionalità necessari" e, per "l'effetto, chiedono di annullare il ripetuto provvedimento".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati