Cannavaro: il tricolore mi emoziona

Il capitano degli azzurri risponde al rischio di tifo contro: "Io mi sento italiano al 100 per cento. Andiamo da campioni del mondo e sembriamo gli ultimi arrivati"

SESTRIERE. "Io mi sento italiano al 100%, e quando vedo il tricolore anche in altri sport mi emoziono: non so perché per altri non sia così". Così Fabio Cannavaro, capitano della Nazionale, risponde al rischio di tifo contro segnalato ieri da Lippi, e alle dichiarazioni di Renzo Bossi.
"Non so se c'entri o meno anche la politica - ha aggiunto Cannavaro - penso che ognuno sia libero di fare quel che vuole, dico solo che io all'Inno mi emoziono". Quanto al tifo e alla fiducia nei confronti di questa Italia, il capitano azzurro aggiunge: "Sono da 13 anni in Nazionale e non mi ricordo mai una partenza tranquilla. Certo, questa volta andiamo in Sudafrica da campioni del mondo e sembriamo gli ultimi arrivati. Eppure noi abbiamo l'obbligo di crederci. Non succede, ma se succede...".
Marcello Lippi è di nuovo sulla via dell'addio dopo il Mondiale, e all'orizzonte si profila Cesare Prandelli. "Mi piace molto - dice il capitano, che dopo il Mondiale con ogni probabilità chiuderà la sua carriera in Nazionale - ho lavorato con lui un mese a Parma. E' un allenatore che lavora molto bene, e credo che possa far vedere le sue qualità anche sulla panchina dell'Italia".   
Quanto all'addio di Lippi "non avrà alcun peso sul Mondiale partire per il Sudafrica sapendo che accadrà: era così già quattro anni fa, durante il Mondiale di Germania 2006".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati