Sicilia, Sport

Champions, anche i milanisti tifano nerazzurro

Le storie degli italiani che vivono in Germania. Viaggio nella comunità italiana di Berlino, dove la parola d’ordine è: “Forza Inter”

BERLINO. L'Inter vince perché ha i migliori giocatori, ma il Bayern può farcela  se riesce a impostare il suo gioco: a Berlino nella comunità italiana complessivamente si tifa per l'Inter, ma non si esclude una vittoria dei tedeschi.
Al Ciao Ciao Italia, un bar italiano di Berlino ovest con i suoi grandi schermi al plasma in diverse sale, tutto è pronto per la serata. Renato, il gestore, è interista e non ha dubbi: ci sarà un sacco di gente, il tifo sarà forte, ma chi vincerà per ora non lo può dire. Per scaramanzia. Ma se l'Inter perde questa sfida, che ricorda tanto Italia-Germania ai mondiali del 2006, pensa proprio che passerà al Milan.
Fabrizio De Cupis invece lavora in un ristorare italiano, L'Osteria Romana, e pensa che l'incontro sarà molto equilibrato. Il Bayern, dice Fabrizio, è una squadra che nell'ultimo anno è riuscita a rompere il velo di ostilità che in tutta la Germania esiste da sempre verso i bavaresi. Questa squadra allenata da Louis van Gaal e con dirigenti che sono tutti ex giocatori di fama internazionale (Karl Heinz Rummenigge e Uli Hoeness in testa) è ora molto più simpatica al tedesco della strada e anche agli stranieri che vivono in Germania. E nell'ultimo anno ha letteralmente entusiasmato con il suo gioco veloce e efficace, come gli olandesi dei bei tempi.
Carmelo, per esempio, dipendente di una ditta di traslochi  di origine pugliese ma cresciuto in Germania, è da sempre un tifoso del Bayern e anche domani sera terrà per i bavaresi. Il calcio italiano, visto da Berlino, secondo lui è troppo confuso, e con l'orientamento difensivo della squadra allenata da José Mourinho è molto probabile che saranno impallinati dagli attaccanti del Bayern.
Carlo invece, italiano di seconda generazione con famiglia originariamente di Foligno ma cresciuto in Germania, in realtà tifa per il Milan, ma per domani sera non ha dubbi: l'Inter vincerà e sarà un gran bell'incontro, da non perdere. Per questo ha già preso appuntamento con i suoi amici, per assistere alla partita in diretta in Public Viewing. E per essere sicuro di avere un buon posto, l'appuntamento è fissato per due ore prima.
Anche Giorgos, che non è italiano ma come greco sente ancora l'influenza del vecchio detto "una faccia, una razza", nel suo ristorante domani sera seguirà la partita di finale della Champions League con attenzione, ma senza offrire ai clienti un televisore, come faceva invece durante gli ultimi mondiali.
Anche perché il risultato secondo lui, sarà purtroppo a favore dei tedeschi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati