Villa del Casale, Sgarbi: affidare gestione restauri al Fai

PALERMO. Affidare i restauri della Villa del Casale al Fai (Fondo per l'Ambiente Italiano). Lo ha proposto Vittorio Sgarbi, alto commissario per i restauri della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina.
"Le inquietanti vicende che hanno investito il sito archeologico con il sospetto delle infiltrazioni mafiose negli appalti e con il furto della cassa a indicare l'assenza di controlli - spiega Sgarbi - hanno indotto me e l'assessore regionale ai Beni Culturali della Regione Siciliana, l'avvocato Gaetano Armao, nel corso di un incontro a Roma, a valutare alcune misure per il futuro dell'amministrazione della villa. Il prestigio del sito e il grande afflusso di visitatori richiedono una gestione molto attenta e sottratta all'ordinaria amministrazione".
"Dopo alcuni incontri, mesi addietro, con i vertici del Fai, in particolare con il Marco Magnifico - aggiunge Sgarbi – ho riproposto all'attenzione del nuovo presidente del Fai, Ilaria Borletti Buitoni, l'affidamento della Villa romana da parte della Regione al Fai, così come è avvenuto per il Giardino della Kolimbetra ad Agrigento".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati