Dirigenti esterni, rinviata la decisione ma Lombardo insiste

"La soluzione del problema è nelle carte" ha detto il governatore bloccato a Roma per impegni di lavoro. Incerto il futuro di 9 manager

PALERMO. È stata rinviata la riunione della giunta in cui verrà deciso il futuro dei nove dirigenti generali esterni, nominati il 30 dicembre ma mai messi ufficialmente sotto contratto.
Gli impegni di Lombardo a Roma hanno costretto a far slittare tutto a oggi o domani ma lo stesso governatore ha ammesso per la prima volta che si va verso la revoca di alcuni incarichi. «La soluzione del problema - ha detto Lombardo - è nelle carte. Attendiamo un parere del professore Giovanni Pitruzzella e abbiamo già commissionato a una nostra commissione di esperti una rigorosa verifica dei requisiti dichiarati dai dirigenti. Forse in questo senso qualcosa non quadra e se verrà confermato che è così non resterà che prenderne atto».
Il caso riguarda alcuni fra i dirigenti più in vista dell’amministrazione: Rossana Interlandi (Energia), Romeo Palma (Ufficio legale), Rino Lo Nigro (Agenzia per l’impiego), Patrizia Monterosso (Istruzione e Formazione), Nicola Vernuccio (Energia e Attività produttive), Maurizio Guizzardi (Sanità), Gian Maria Sparma (Pesca), Mario Zappia (Osservatorio epidemiologico) e Salvatore Barbagallo (Agricoltura).
Il resto dell’articolo si può leggere nell’edizione cartacea del Giornale di Sicilia in edicola oggi, 21-05-2010.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati