Palermo, torna il "Villaggio dei diritti e della legalità"

PALERMO. Torna, in occasione del 18° anniversario della strage di Capaci , "Il villaggio dei diritti e della legalità" organizzato dalla Provincia di Palermo, con il patrocinio della Presidenza del Senato della Repubblica e in collaborazione con associazioni e altre istituzioni. Il villaggio sarà allestito nel giardino della Memoria di San Giuseppe Jato dove fu ucciso il piccolo Giuseppe Di Matteo;  a Capaci, dove morirono Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Rocco Di Cillo, Antonio Montinaro e Vito Schifani e Palermo. Invariato il filo conduttore della manifestazione: "andare oltre la commemorazione delle vittime della mafia e riunire chi ogni giorno lavora per proseguire il loro esempio". In occasione del tradizionale incontro con i giovani di tutta Italia in programma nell'aula bunker, la Provincia e il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca firmeranno il protocollo d'intesa per il grande progetto di un campus scolastico d'avanguardia che utilizzerà un bene confiscato alla mafia e inserito nel progetto del Ministero "più scuola, meno mafia".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati