Migranti gettati vivi in mare, chieste condanne per 78 anni

SIRACUSA. Avrebbero gettato ancora vivi in mare alcuni compagni di traversata dalle coste libiche sino a quelle siciliane, per placare in questo modo le ire dello spirito maligno che, senza quel tragico tributo di vite umane (13 le persone che si ritiene abbiano trovato la morte), si sarebbe altrimenti impossessato di tutti i migranti presenti su quel barcone. Ora per i cinque presunti scafisti i pm hanno chiesto al Gip del Tribunale di Siracusa condanne per complessivi 78 anni di reclusione per concorso in omicidio plurimo aggravato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati