Afghanistan, due soldati italiani uccisi e due feriti

Tra i coinvolti Gianfranco Scirè, 28 anni, di Casteldaccia. I quattro militari si trovavano a bordo di un blindato Lince posizionato nel nucleo di testa di una colonna composta da decine di automezzi di diverse nazionalità

KABUL. Due soldati italiani sono stati uccisi e altri due sono stati gravemente feriti in seguito ad un attacco subito nel nordest dell'Afghanistan. È quanto si apprende da fonti locali. Secondo quanto si è appreso quattro mezzi italiani erano diretti verso la località di Bala Murghab quando è esploso un ordigno rudimentale (ied) di quelli usati spesso per attacchi contro le forze internazionali in Afghanistan. Due soldati italiani sono morti ed altri due sono gravemente feriti. Secondo quanto si apprende, uno dei soldati feriti sarebbe una donna.
Uno degli italiani rimasti feriti nello scoppio di un ordigno in Afghanistan è di Casteldaccia, in provincia di Palermo. Si chiama Gianfranco Sciré e ha 28 anni. Lo conferma il sindaco Giovanni Di Giacinto.  La notizia è già stata data alla famiglia.
L’attacco è avvenuto alle 9,15 locali. I quattro militari si trovavano a bordo di un blindato Lince posizionato nel nucleo di testa di una colonna composta da decine di automezzi di diverse nazionalità, partita da Herat e diretta a Bala Murghab, verso nord.
Dalle prime ricostruzioni risulta che il veicolo colpito occupasse la quarta posizione lungo il convoglio che era in movimento e si trovava a 25 chilometri a sud di Bala Murghab. I feriti sono stati immediatamente evacuati presso l'ospedale da campo di Herat con elicotteri di Isaf.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati