Gasparri, no ad alleanza esponenti Pdl con Pd

Sicilia, Politica

PALERMO. "Il Pd è in affanno in tutt'Italia e in Sicilia ha trovato la possibilità di entrare nella maggioranza alla Regione, modificando così il risultato delle urne". Lo ha detto il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, intervenuto a un'iniziativa del Popolo della libertà organizzata a Palermo dal senatore Carlo Vizzini.
"Chi - ha aggiunto - inalbera improprie bandiere del Pdl, unendosi poi con la sinistra e con il senatore Lumia, dovrà porsi il problema di questo comportamento". Per Gasparri le critiche al governatore Raffaele Lombardo non dipendono dalle sue vicende giudiziarie: "Il nostro - ha spiegato - è un giudizio politico".
"Occorre - ha concluso Gasparri - ritrovare in Sicilia l'unità del Pdl: non si può stare in una maggioranza con il Pd e visto che i tra i protagonisti di questa vicenda ci sono personaggi di prima linea, della questione siciliana dovrà occuparsi il presidente Berlusconi".
Il Sicilia il Pdl all'Assemblea regionale si è spaccato in due gruppi, uno dei quali, il Pdl-Sicilia, che si rifà alle posizioni del sottosegretario Gianfrancio Micciché, è al governo con Lombardo. L'esecutico è sostenuto dall'esterno anche dal Pd e dall'unico deputato dell'Api.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati