Scoperta una maxi discarica abusiva in provincia di Palermo

L'area di circa 20 mila metri quadrati sequestrata dalla guardia di finanza vicino al comune di Gratteri. Scoperte 80 tonnellate di rifiuti pericolosi. Denunciato un cefaludese di 55 anni

PALERMO. Scoperta un'ampia discarica abusiva di rifiuti speciali e pericolosi in provincia di Palermo. L''area di circa 20 mila metri quadri in località Rapputti, nel Comune di Gratteri, lontano dal centro abitato è stata sequestrata dai finanzieri della Tenenza di Cefalù.
Raccoglieva circa 80 tonnellate di rifiuti tra autoveicoli, automezzi pesanti, autocarri, scavatori, pale meccaniche, tutti fuori uso, e arrugginiti; nonché rifiuti speciali pericolosi quali, carcasse di auto e mezzi di lavoro, pneumatici dismessi, metallo, ceramica, olio esausto, elementi suscettibili di arrecare pericoli per l'ambiente e la salute pubblica. Rinvenuto, inoltre, del materiale nascosto nel sottosuolo: ruote di camion e pezzi di lamiere. Il proprietario del sito, un cafaludese di 55 anni, è stato denunciato alla procura di Termini Imerese per reati connessi all'attività di raccolta e deposito di rifiuti speciali. I finanzieri continuano le indagini per risalire ai proprietari di alcuni automezzi, ancora provvisti di targhe identificative, al fine di accertare eventuali ulteriori responsabilità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati