L'Atalanta con tanti assenti punta sull'orgoglio

I nerazzurri devono rinunciare agli squalificati Pellegrino, Valdes e Amoruso. Da quando è arrivato Mutti nessuna sconfitta in casa

PALERMO. Allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, va in scena l’ultimo atto della stagione rosanero. Contro un’Atalanta già retrocessa, i ragazzi di mister Rossi, vogliono ottenere una vittoria che permetta di sperare fino all’ultimo nel sogno Champions, nella speranza che il Napoli ottenga almeno un punto contro la Samp.

Proprio tra le mura amiche Doni e compagni hanno ottenuto il maggior numero di punti. Finora sette vittorie, sei pareggi e cinque sconfitte. Diverso l’andamento in trasferta, dove i nerazzurri hanno ottenuto soltanto due vittorie e tre pareggi a fronte di ben quattordici sconfitte.
Quest’anno, sulla panchina bergamasca, si sono seduti ben quattro allenatori: Angelo Gregucci, esonerato dopo quattro giornate; Antonio Conte, dimissionario alla diciottesima giornata; Walter Bonacina, traghettatore in attesa del nuovo allenatore proprio nella partita d’andata contro i rosanero; Bortolo Mutti, che conserva l’imbattibilità casalinga, ma i risultati in trasferta restano deludenti.
Per domenica l’ex allenatore di Messina e Palermo dovrà fare a meno, oltre che degli infortunati Barreto, Zanetti e Talamonti, anche degli squalificati Pellegrino, Amoruso e Valdes. Consueto 4-4-2 con: Consigli tra i pali; linea difensiva con Capelli a destra, Bellini a sinistra e coppia di centrali formata da Bianco e Manfredini; sugli esterni del centrocampo agiranno Ferreira Pinto e Ceravolo, mentre all’interno Guarente e Padoin; in avanti capitan Doni giocherà qualche metro dietro Tiribocchi.
Dal ritorno in A, i rosa hanno giocato sul campo degli orobici in quattro stagioni, ottenendo una sconfitta, due pareggi e una vittoria. La scorsa stagione Palermo andò in vantaggio con Succi al 32’, ma nella ripresa Plasmati con una doppietta portò i suoi in vantaggio, poi una rete di Miccoli al 74’ fissò il risultato sul definitivo 2-2.
Sono ben cinque gli ex della partita: nella rosa dell’Atalanta troviamo Fabio Caserta che nella stagione 07/08 giocava all’ombra di Monte Pellegrino, oltre a Bortolo Mutti mister rosanero nella stagione 01/02. Mentre tra le file del Palermo troviamo mister Rossi, che ha guidato gli orobici  nella stagione 04/05, non riuscendosi a salvare, ma anche Budan e Migliaccio. Per il croato 59 presenze e 16 gol in maglia nerazzurra, 78 presenze e 4 gol per il mediano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati