Randagi killer a Scicli, chiesti 8 rinvii a giudizio

MODICA. La Procura di Modica ha chiesto il rinvio a giudizio per otto persone nell'ambito dell' inchiesta sui cani che il 15 marzo del 2009 sbranarono Giuseppe Brafa, di 10 anni, e causarono ferimento di altre tre persone a Scicli.
Tra gli imputati ci sono il sindaco e il comandante dei vigili urbani del paese ragusano, Giovanni Venticinque e Franco Nifosì, e il proprietario dei cani 'killer', Luigi Virgilio Giglio. Tra i reati ipotizzati dal procuratore capo di Modica, Francesco Puleio, ci sono l'omicidio colposo aggravato e le lesioni colpose. Reati contestati anche a tre veterinari dell'Asl 7 di Ragusa, Saverio Agosta, Antonino Avola e Roberto Turlà. Gli altri imputati sono due funzionari del Comune di Scicli, Salvatore Calvo e Giuseppe Pisana, indagati per omissione di atti d'ufficio in concorso.  
L'aggressione da parte dei cani avvenne nella spiaggia di Scicli dove, secondo l'accusa, teneva dei cani senza curarsi della sicurezza delle persone e del controllo dell'aggressività degli animali che vivevano in condizioni igieniche precarie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati