Palermo, il Comune blocca quindici cantieri scuola

Finanziati dalla Regione, avrebbero dato lavoro per qualche settimana a 200 persone. Ma Palazzo delle Aquile preferisce evitare la creazione di nuovi precari

PALERMO. La giunta comunale di Palermo ha revocato otto delibere che avrebbero dato il via a quindici cantieri scuola finanziati dalla Regione. L'amministrazione di palazzo delle Aquile preferisce infatti evitare la creazione di nuovi precari. Circa duecento persone sarebbero infatti state avviate al lavoro per qualche settimana, finendo poi nel bacino dei precari.     
"E' insensato il comportamento del sindaco Cammarata - dice il consigliere comunale del Pdl-Sicilia, Giovanni Greco - che vuole prevenire il precariato ma nel modo più assurdo: rifiutando la possibilità di lavoro ai palermitani".    "In un periodo di grave crisi economica e occupazionale - prosegue - il sindaco getta via la possibilità di creare nuova occupazione, e non precariato, come lui asserisce".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati