Napolitano a Marsala: non è retorico festeggiare l’unità d’Italia

Il presidente della Repubblica sul molo dove nel 1860 sbarcò Garibaldi: “Per capire che si tratta di uno straordinario patrimonio collettivo del popolo, basta vedere la partecipazione di oggi”

MARSALA. "Non c’é nulla di retorico nel celebrare l'unità conseguita dall'Italia, è un modo di rinnovare il patto fondativo della nostra nazione", così il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sul molo del porto di Marsala salutando le due imbarcazioni salpate da Quarto che simboleggiano lo sbarco della spedizione garibaldina di 149 anni fa, uno sbarco oggi ostacolato dal forte vento. Napolitano ha poi detto: "Chi si trova ad immaginare o prospettare una nuova frammentazione dello Stato nazionale, attraverso secessioni o separazioni comunque concepite, coltiva un autentico salto nel buio".
E ancora: "È una giornata bellissima e ventosa. E siamo davanti ad una meravigliosa manifestazione di popolo. Quando talvolta - ha detto Napolitano, sul molo - 'mah il centocinquantenario!' o addirittura si ha da ridire sull'Unità d'Italia, per capire che si tratta di uno straordinario e fondamentale patrimonio collettivo del popolo italiano, basta vedere la partecipazione calorosa come quella di questa mattina a Marsala".
Dal porto, Napolitano si è recato in municipio e poi la piazza dove si svolge la celebrazione storica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati