Lombardo: procuratore di Catania limpido, lo ringrazio

Il presidente della Regione commenta gli articoli che riguardano l'indagine in cui è coinvolto: "Stiamo realizzando riforme senza precedenti in Sicilia"

PALERMO. "Ho sempre avuto piena fiducia  nella magistratura e nelle forze dell'ordine. Voglio una Sicilia  che continui finalmente il percorso di sviluppo nella legalità  che abbiamo intrapreso e che si tenta in tutti i modi di  fermare". Lo dice il presidente della Regione siciliana,  Raffaele Lombardo, commentando gli articoli che riguardano  l'indagine in cui è coinvolto a Catania, apparsi oggi sul  quotidiano "La Repubblica".
"Le riforme - aggiunge - che stiamo realizzando non hanno  precedenti in Sicilia: nella sanità, nei rifiuti, nella  gestione dell'acqua, in campo energetico e nel sistema  burocratico. La Sicilia andrà avanti, malgrado attacchi ed  avversari sempre più inquietanti. Ringrazio il capo della  Procura di Catania, Vincenzo D'Agata, per la limpidezza delle  sue dichiarazioni che hanno evitato una gravissima  strumentalizzazione che poteva compromettere la tenuta del  governo e con esso un percorso storico di cambiamento, impedendo  che la Procura divenisse parte in uno scontro micidiale dal  quale dipende il futuro dell'isola e financo della mia vita".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati