Moro, Cascio: fu statista di impareggiabile lungimiranza

PALERMO. "L'assassinio di Aldo Moro, a distanza di molti anni, scuote ancora con forza le nostre coscienze, ma il suo insegnamento umano e politico rimarrà vivo per sempre e deve costituire un monito a perseguire, ciascuno nei propri ruoli, il rafforzamento delle istituzioni democratiche del Paese attraverso il dialogo ed il confronto pacifico, contro ogni forma di violenza e di barbarie come il terrorismo". Lo ha detto il Presidente dell'Ars, Francesco Cascio, ricordando la figura dell'esponente della Dc ucciso dalle Brigate Rosse nel trentaduesimo anniversario della scomparsa.
Cascio ha aggiunto: "Aldo Moro rimane uno statista di impareggiabile lungimiranza che ha lottato per garantire un futuro di libertà e di democrazia all'Italia e alle giovani generazioni".
"Come lui altri eroi si sono spinti fino al sacrificio estremo della vita. - ha osservato - A tutti loro, oggi, nel Giorno della Memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi, deve andare il nostro commosso pensiero, ma ad esso deve affiancarsi un impegno concreto per combattere con incisività e incondizionatamente chi cerca di sopraffare i valori civili e costituzionali del Paese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati