Palermo, blitz antidroga allo Sperone: 6 arresti

L'accusa è di traffico di stupefacenti. Violenta la reazione dei parenti che hanno scardinato parte del cancello del commissariato di polizia

PALERMO. Con l’accusa di traffico di stupefacenti, sei persone sono state arrestate a Palermo, nel corso di un’operazione antidroga condotta dalla polizia nel quartiere Sperone. A finire in manette sono stati i pregiudicati Massimiliano Vultaggio di 40 anni, Francesco Cardella di 31 anni e Alex Gennaro Montalbano di 32 anni. Con loro anche il minorenne D.P.S., di 15 anni, Simone Lauricella di 43 anni e Domenico Lauricella di 35 anni. Denunciato in stato di libertà, invece, un uomo di 47 anni. L’indagine, attraverso intercettazioni telefoniche e riprese video, lo scorso mese aveva già portato all’arresto di un uomo ed una donna sorpresi ad acquistare un panetto di circa 100 grammi di hashish, nei pressi di via XXVII Maggio. I primi di maggio, invece, un uomo della provincia di Enna, che aveva comprato 600 grammi di hashish. Nel corso dell'operazione che si è svolta allo Sperone, da sempre considerato uno dei punti nevralgici del capoluogo isolano per lo spacci odi droga, grazie a una cane addestrato è stato ritrovata dell’hashish nel giardinetto appartenente a Simone Lauricella e nelle abitazioni di Cardella e di Vultaggio, per un peso complessivo di circa un chilo e mezzo. In casa degli ultimi due, però, sono stati sequestrati anche 11.000 euro. Dopo gli arresti, i parenti degli indagati hanno inscenato una violenta protesta durante la quale hanno scardinato un pannello del cancello del commissariato di polizia di Brancaccio e hanno danneggiato il video-citofono.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati