Misilmeri, uccide e brucia il vicino: arresto definitivo

Dovrà rimanere in carcere per 16 anni Giusto Bono, l'uomo che il 22 gennaio del 2008 ammazzò Damiano Vitrano. L'omicidio avvenuto dopo l'ennesima lite tra i due

MISILMERI. Deve scontare una pena definitiva di 16 anni di reclusione per il delitto di un pensionato di 80 anni, Damiano Vitrano, ucciso a Misilmeri il 22 gennaio del 2008. I carabinieri hanno arrestato il settantenne Giusto Bono eseguendo un ordine di carcerazione della Procura della Repubblica di Termini Imerese. Il cadavere della vittima, era stato trovato carbonizzato in Contrada Catena. L'omicidio fu compiuto al termine di una lite. Bono era stato arrestato l'indomani, dopo che le indagini avevano immediatamente evidenziato i continui litigi per questioni di vicinato tra lui e la vittima. Il pensionato aveva poi ammesso le sue responsabilità, sostenendo che Vitrano era morto dopo essere caduto durante una scazzottata e di aver bruciato il corpo in preda alla confusione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati