Miccoli-Cassano, sfida nella sfida

Nel match di domani al Barbera scontro diretto tra i due campioni ignorati da Lippi. In comune classe, ma anche passione per tatuaggi e orecchini

Sicilia, Qui Palermo

PALERMO. Sfida nella sfida. Si dice così quando in un big math tra due squadre, c’è anche uno scontro diretto tra due campioni. Quella di domani tra Palermo e Sampdoria sarà di fatto un big match, perché decisivo per l’accesso ai preliminari di Champions League, e la sfida nella sfida sarà tra i due genietti delle due squadre. Miccoli per i rosanero e Cassano dalla parte dei blucerchiati. Entrambi pugliesi, uno di Lecce, Miccoli, e l’altro di Bari, Cassano. E nonostante la rivalità storica tra le due città, i due sono molto amici. Tanti punti in comune, oltre alla classe espressa in campo dai due campioni. Ad esempio la passione per tatuaggi e orecchini. Ma anche un destino beffardo che li accomuna e che li vuole per il momento lontani dalla maglia azzurra, nonostante siano invocati da tutta l’Italia perché Lippi li porti con sé in Sud Africa. Eppure, praticamente da ragazzini, i destini dei due idoli di Palermo e Sampdoria si sono incrociati quindici anni fa a Casarano. Questo e altri particolari su Miccoli e Cassano nelle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi.
Gi.Le.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati