Delneri: "Finale? Solo se vinciamo noi"

Il tecnico friulano: "Sia la Samp che il Palermo meritano di andare in Champions e qualsiasi risultato non sminuisce la grande stagione delle due squadre"

GENOVA. La musica che esce a tutto volume dallo spogliatoio del Mugnaini di Bogliasco (le note della Lambada) racconta più di tante parole lo stato d'animo sereno e tranquillo di una Sampdoria che si prepara alla sfida Champions con il Palermo senza paure.    
Anche se Gigi Delneri vuole chiarire subito che è una finale, ma "solo se noi vinciamo, perché altrimenti sono tutte ancora da giocare e l'ultima partita con il Napoli non è poi così scontata". "Tra il dire e il fare c'é di mezzo il Palermo - ammette sorridendo il tecnico friulano - e credo che entrambe meriterebbero di andare in Champions. Comunque, qualunque fosse poi il risultato finale, non sarebbe uno sminuire il campionato di nessuna delle due formazioni".   
Una sfida importante dunque, ma che non ha stravolto i ritmi della Samp. "La Sampdoria deve giocare sempre come ha fatto fino ad ora, senza dimenticare il suo cliché che l'ha resa protagonista - ha aggiunto Delneri -. Non vedo proprio perché bisogna cambiare qualcosa. Siamo una squadra matura che ha affrontato tutte le squadre importanti, anche fuori casa, pensiamo all'Inter e alla Roma, mantenendo sempre la tranquillità. Nel ritorno poi non abbiamo sbagliato niente e questo dà fiducia, come la continuità che abbiamo ormai fuori casa".    
Due risultati a disposizione, ma non cambierà molto. "Non so neanche come si fa a preparare una gara per il pareggio - dice Delneri -. Domenica dovremo dimostrarci squadra e uomini. Lavorando da squadra con grande intensità e rispetto per l'avversario. I nostri tifosi? La loro massiccia presenza è un segnale che la squadra ha raccolto. Sono fattori che danno morale alla squadra".    
Non solo Sampdoria contro Palermo, ma anche Miccoli contro Cassano: tuttavia Delneri non dimentica gli altri protagonisti. "Liverani, Palombo, Pazzini, Cavani: se vogliamo i duelli sono tanti. Affronteremo una squadra con carattere, che in casa non ha mai perso e che produce tra le mura amiche un'aggressività di grande levatura".    
L'impresa ad un passo, eppure il calciomercato è sempre più attivo, tra voci e ipotesi, ma la squadra non sembra risentirne. " Se abbiamo convissuto con queste pseudoproblematiche - dice il tecnico - possiamo farlo ancora. Adesso dobbiamo concentrarci solo su questa gara. L'ambiente è carico, dobbiamo pensare solo a Palermo e Napoli, il nostro pensiero deve essere di vincere tutte e due le partite".     
"La Juve nel mio futuro? Allora va via Mourinho e vado anche all'Inter", scherza Delneri, che poi però ritorna serio e conclude: "Per ora sono l'allenatore della Sampdoria e l'unico pensiero è di dare ai tifosi la Champions".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati